I miei piedi stanno molto bene a terra
Oppongo resistenza ad ogni colpo che sto mondo sferra
E’ una guerra interiore tra essere o essere grande
E cercare chi sono è un po’ come cercare Atlante
Farsi mille domande inseguendo poche risposte
Ricordando la rabbia per cui noi ce le siamo poste
La serenità mi guarda, io non la raggiungo mai
Ridendo la sento che urla “So che ce la farai”
E conta poco, se corri bene o corri male
Corro più veloce di quanto io possa fare
Cambiare è la strada più percorsa, forse la più bella
Io ho scelto un sentiero pieno di scogli e di merda
E tu che cazzo sai di cosa provo mentre corro
Di cosa sento quando assaggio cosa c’è sul fondo
Non devi guardare indietro ma solo guardare avanti
Non devi correre forte ma correre più degli altri
Ritornello:
Cazzi tuoi se fai rap per farci due soldi
Per me il rap resta la fottuta resa dei conti
Domani svolti? Amico te lo auguro
Mi sa ci rivedremo molto presto giù nel baratro
La mia gente corre ma non ha una meta
Consapevole che l’orgoglio è l’unica moneta
Io si sto correndo ma sopra un filo di seta
Nell’ultima corsa resto l’ultimo Maratoneta
Alzo lo sguardo e poi mi chiedo quanto cazzo manca
Realizzando che non è il corpo ma l’ anima che arranca
E’ troppo stanca per portare a termine questa battaglia
Guardami negli occhi e chiediti chi cazzo sbaglia
Sbaglia chi parla e basta e non sa come dare tutto
Pensano a fare brutto e a come impostare il trucco
Io faccio quarantadue kilometri di fogli sporchi
Poi mi libero dal peso di chi mi ha distrutto i sogni
Non c’è talent show oppure altre pagliacciate
E’ il frutto del sangue e delle lacrime versate
Sulle mie gambe e della poca gente affianco
Corrono con me pur non sapendo dove stiamo andando
Non conta ciò che troviamo alla fine di tutto questo
Ma il fatto che mentre sudo so scrivere questo testo
E tu che chiedi perché corro, lotto e scrivo
Per la vittoria e per continuare a sentirmi vivo
Ritornello